Chi Siamo

Ciao!

Noi siamo Federico e Katrina, viaggiatori e instancabili sognatori. Siamo compagni di vita da 7 anni e dopo quasi 4 anni di convivenza siamo diventati bravi a gestire le nostre differenze senza arrivare ad ucciderci a vicenda.

Ricordiamo con un sorriso una delle prime serate passate insieme, fantasticando su un futuro viaggio in Giappone, così lontano da noi che al massimo si era preso un’aereo per andare in Francia.

Porta del Paradiso-Bali

Da quella sera ad oggi abbiamo vissuto avventure e viaggi che hanno completamente cambiato il nostro modo di vedere la vita. Abbiamo esplorato l’Italia apprezzando le grandi differenze che racchiude e visitato l’Europa con la sua ineguagliabile offerta artistica e culturale. Abbiamo visto il sole sorgere a Palawan, nelle Filippine, e tramontare sulle spiagge di Bali. Siamo rimasti increduli davanti alla grandezza di Angkor Wat, in Cambogia, e innamorati delle isole nel centro della Thailandia.

E il Giappone??

No, in Giappone ancora non ci siamo stati!

E’ stato l’inizio del nostro sogno e ci piace pensare che sarà l’ultima tappa di un viaggio che durerà una vita.

A questo punto probabilmente ti starai chiedendo: “passate tutto il tempo viaggiando?”

No, al momento abbiamo un lavoro che ci prende gran parte del tempo ma in quello che ci rimane libero non smettiamo di sognare.

Nel frattempo ci accontentiamo di condividere sul blog le nostre esperienze come viaggiatori part-time.

Chi è Katrina?

chi sono katrina

Ciao! Questo blog è stato creato da Federico un anno fa a scopo di condividere, quindi eccomi qua finalmente a scrivere per la prima volta. Premetto che i miei pensieri sono sempre stati nascosti dentro i miei diari, principalmente di viaggio, quindi spero che perdonerai la mia scrittura da principiante. 

Mi presento, sono Katrina, ed è un piacere per me condividere con te chi sono. Beh, nella società in cui viviamo chi sei lo definisce il lavoro che fai, ma nell’ultimo anno ho sentito un grosso cambiamento dentro di me che mi ha fatto capire che chi siamo realmente sta nelle piccole cose che facciamo per noi.

Sono una ragazza di 25 anni di origine filippina (di cui ne vado fiera) che vive in Italia da ormai 15 anni. Lucca, la città dove i miei genitori hanno posto tutte le loro speranze per farmi ottenere un futuro migliore e di cui ne sono follemente innamorata, è attualmente la mia casa.

Ma cos’è veramente casa? Casa può essere vista in tantissimi modi, e io ancora tutt’ora non so bene cosa lo sia realmente per me ed è questo il motivo che mi porta qui a scrivere. 

Chi sono? Sono una sognatrice. Mi piace sognare che il mondo sia fatto da persone buone, che con un sorriso sincero puoi rendere il mondo un posto migliore, mi piace illudermi che l’impossibile non esiste e che gli obbiettivi sono fatti per essere raggiunti in qualche modo, basta crederci davvero. Infine mi piace pensare che l’amore sia la risposta per tutte quelle domande che ci assillano la mattina appena ti svegli e la notte prima di addormentarti.

L’amore. L’amore è una grande parte che definisce ciò che sono. Purtroppo siamo in una società che ci ha fatto credere che amare è sopravvalutato e che apparire basti per sentirsi realizzati. Alla fine inizi ad avere paura di amare. Per me invece è l’esatto opposto. Mi piace pensare che la mia vita sia formata da quelle poche persone che hanno saputo amare le mie pazzie, i miei cambiamenti d’umore, la mia prepotenza, ma anche tutti quegli aspetti bellissimi di me  che non sto ad elencarvi (per sembrare umile). E io li amo, amo con tutto il mio cuore.

Amo quelle amicizie che non hanno bisogno di dimostrazioni, dove gelosia e invidia non trovano posto, dove basta uno sguardo, un abbraccio, una carezza per farti capire che ci sono. Amo quelle amicizie che il tempo non sarà mai in grado di far volare via come sabbia nel vento.

Amo la mia famiglia, quella famiglia che c’è anche quando non ne hai bisogno. Quella famiglia che ti ha insegnato a credere ai tuoi sogni, alle tue capacità. Quella famiglia che quando sbagli ti rimprovera, ma solo per farti capire che puoi essere una persona migliore. Quella famiglia che nonostante il tempo e la distanza non sia dalla loro parte, sono  sempre con te. 

Poi c’è Lui, l’amore della mia vita se lo posso dire. Un’amore che mi ha completamente stravolta a 17 anni, che mi ha accompagnata in tutte le mie crescite, in tutti i miei fallimenti, e che ha tifato per i miei successi. Un’amore di quelli che ti capitano una sola nella vita. Ok, a volte so di essere troppo una sognatrice ma cerco anche di essere realista, ed è per questo che ho sempre pensato che le sicurezze nella vita non esistono, che il “per sempre” è solo una grande illusione. Ma quando ti capita di vivere un grande amore così come puoi non vedere tutti i colori dell’arcobaleno? 

Amo quella che sono quando sono con lui, amo quella che sono grazie anche a lui. Lui è la realizzazione dei miei sogni, un uomo in grado di ispirarmi a migliorare, un uomo che ha preso le mie vulnerabilità e le ha trasformate in sicurezze. Federico mi ha fatto vedere la vera bellezza, che la vita è bella in tutta la sua semplicità. Un’alba, un tramonto, una colazione. Poi mi ha insegnato che il bene più prezioso è la libertà, e in questi 7 anni e mezzo non poteva regalarmi niente di più prezioso della libertà. Mi ha lasciato libera di essere la donna che sono, libera di sbagliare anche quando me l’aveva detto, libera di comportarmi nel modo in cui ritenevo giusto senza influenzarmi come spesso succede in un rapporto ( diciamo una guida molto silenziosa). Lui mi ha regalato la libertà di amare, e gliene sarò sempre grata per questo.

L’ultima cosa che voglio condividere in questa mia presentazione è la felicità. Io sono felice? In questo momento non so se ridere o piangere pensando ad una risposta, e credo fermamente che in pochi ne abbiano una sincera. 

Negli ultimi anni ho lavorato nel campo di abbigliamento e sinceramente non posso lamentarmi delle piccole soddisfazioni personali che ho ottenuto, ma posso veramente dire che è questo che mi ha reso felice? No.

Io ho trovato la felicità quando i miei bellissimi nipoti sono nati, quando passo il mio tempo con le persone che amo,e  poi ho trovato la mia felicità viaggiando. 

Sono sempre stata una viaggiatrice con la mente, ma da quando ho sentito il cambiamento grosso dentro di me, viaggiare con  la mente non bastava più. Oltre ai piccoli viaggi in Europa, l’anno scorso abbiamo fatto la nostra grande avventura alla ricerca della felicità in Asia per  3 mesi, da cui nasce “Roads2happiness”. Eh che dire? Un’isola come Bali che ti lascia senza fiato sopra un vulcano ad aspettare l’alba, un Vietnam che ti fa piangere davanti a una baguette di carne con cannella e coriandolo ( ho veramente pianto), una Cambogia che ti spiazza con la sua bellezza naturale  e il cuore pieno di dolore per la sua triste storia, e una Thailandia che ti fa apprezzare il silenzio della notte in mezzo a una giungla con il cielo stellato che ti fa capire quanto sei piccola. 

Questa è la felicità per me, vivere momenti che un giorno racconterò ai miei figli come le mie più grandi conquiste. Vivere in un mondo lontano dalle apparenze, lontano dai giudizi, lontano da tutto ciò che ti fa smettere di respirare.

Sogno di viaggiare nel mondo per ricevere e dare. Ricevere sorrisi da bambini che non hanno niente se non un sorriso sincero, ricevere dal cielo i colori bellissimi che cambiano a seconda da quale angolo del mondo ti trovi, ricevere la vera bontà delle persone (che ti danno senza aspettarsi nulla in cambio). E io cosa posso dare? Beh, lo scopriremo con il tempo credo, per ora posso darti solo queste parole per raccontarti chi sono.